Prenotazioni 800-098543Centralino 0105551

vai alla pagina twittervai alla pagina facebookvai al canale youtube

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per l’Oncologia

 
Mercoledì, 20 Dicembre 2017 14:47

Comunicare la malattia. Guarda il video e vota lo scenario più vicino alla tua sensibilità

Un video proiettato in occasione della Giornata dell’Etica, celebrata lo scorso mese di dicembre all’Ospedale Policlinico San Martino, mostra tre possibili scenari sulle modalità di comunicazione di una prognosi infausta e vede protagoniste le figure che in questi casi interagiscono: medico, paziente e familiari.

Il filmato rappresenta il risultato di un dibattito interno al Policlinico sulle possibili relazioni di cura ed è per questo che vi invitiamo a guardarlo con attenzione e successivamente a esprimere il vostro giudizio. Non il giudizio su cosa è giusto o sbagliato nelle tre scene ma qual è la relazione di cura che si avvicina maggiormente alla vostra sensibilità.

Gli interpreti sono medici e infermieri che fanno parte della Direzione strategica del Policlinico San Martino, non sono attori di mestiere; questo, pur rappresentando un limite artistico, mostra la volontà di mettere in gioco tutto il Policlinico per migliorare il servizio offerto ai cittadini.

GUARDA IL FILMATO  ED ESPRIMI UN GIUDIZIO 

GLI SCENARI DEL VIDEO

  • scelte condivise;
  • paternalismo;
  • alleanza terapeutica.

LA TRAMA

Il paziente, Mario, è sempre lo stesso e ha in tutti e tre gli scenari lo stesso quadro clinico di seguito esposto:

  • diabete mellito di tipo II;
  • insufficienza renale cronica stadio 5 in dialisi extracorporea da 4 anni;
  • BPCO in quanto ex forte fumatore;
  • scompenso cardiaco con FE intorno al 30%.

Arriva in reparto dal Pronto Soccorso perché i parenti si sono accorti che è diventato giallo, che ha perso ogni appetito e soprattutto ha un dolore persistente all’addome.

Dopo le indagini diagnostiche fatte in Pronto emerge con chiarezza la presenza di un tumore della testa del pancreas  (considerabile come “resectable” dalle indagini effettuate) che comprime le vie biliari e determina una bilirubinemia intorno ai 10 mg/dl.

Il signor Mario è una persona perfettamente in grado di comprendere e fare scelte.

Non ha mai voluto sapere niente delle sue condizioni di salute avendo paura di dover fare i conti con questioni che non vuole assolutamente affrontare.

Ha sempre delegato la moglie (o il fratello) e il figlio a parlare con i medici. Anche in questo caso.

 

 

Usiamo i cookie per migliorare il sito e l'esperienza utente e il loro uso è essenziale per il corretto funzionamento dello stesso. Per saperne di piu' sui cookie, come cancellarli e come vengono utilizzati, andate nella nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.
Modulo informativo EU Cookie Directive